13 - PALLEOVALI E CULINARIA: STUFATO ALLA RUSSA

 

Mosca 2006 e quello "strano" terzo tempo

È il 2006 e ci si ritrova a giocare a Mosca, con la nazionale "veterans" del Lussemburgo, dopo una serie di tappe del circuito internazionale (incluse 3 volte a Dubai). Solo il pensiero, fino a qualche tempo prima, sembrava incredibile. Ma, grazie a Massimo Ferrari e Michel Lanier (allora segretario della Federazione Lussemburgo), anche questo è stato possibile.
Ecco come è andata...

12 - PALLEOVALI E CULINARIA: CABRIO

 

MARCO PASTONESI per PALLE OVALI e CULinARIA

Questo è un regalo di Natale. Del mio amico Marco Pastonesi. E'un regalo per tutti noi. L'ha scritto la notte del 17 ottobre in Uganda mentre seguiva il Tour. Parla di un luogo che forse non c'è dove, tra vecchie autoradio e affettati misti, batterie esauste e piatti di trippa, si celebrano liturgie rugbistiche per iniziati. Io ci sono stato e posso testimoniare che è luogo magico, dove poter parlare in libertà di PALLE OVALI ma anche di CULinARIA. Chicco

Ufficialmente: Cabrio, via Correggio 12, Milano. Ufficiosamente: tutto quello che leggete qui sotto.

Si va da Cabrio per respirare il rugby, parlare di rugby, vedere il rugby, ascoltare di rugby, abitare il rugby, raccontare il rugby, ricordare il rugby, discutere di rugby, esagerare con il rugby, scrivere di rugby, imparare il rugby, vivere il rugby e poi si va da Cabrio anche per il rugby e per altre cose che riguardano il rugby.

11 - PALLEOVALI E CULINARIA: IL CHILI E IL SALAMINO

 

Lussemburgo 2007 Torneo Old

Dopo i trascorsi da giocatore, terminati intorno al 1990, il mio rientro in società avvenuto nel 2002 per accompagnare mio figlio Giuseppe mi ha portato, prima di appendere definitivamente le scarpe al chiodo, a far parte degli OLD.

Tra le cose più belle e divertenti che gli OLD fanno ci sono senz'altro i tornei dove, con lo stesso entusiasmo di quando avevi 20anni, ti diverti con i compagni di squadra con la sottile differenza che il giocare e soprattutto il risultato non sono l'unico obiettivo, che hai qualche soldo in tasca e ti puoi permettere qualche "lusso" impensabile a 20anni.

Il Torneo Old è in pratica un terzo tempo continuo.

Uno di questi è il Torneo Old Lussemburgo al quale ho partecipato nel settembre 2007.

10 - PALLEOVALI E CULINARIA: GLI ARROSTICINI

 

Gli arrosticini
Chi lo avrebbe mai pensato...
Abbiamo organizzato un terzo tempo per tutta la squadra U10, genitori compresi, un momento per far festa tutti insieme, un anticipo delle feste natalizie. Nessuno di noi si aspettava una partecipazione così numerosa, gli unici assenti si potevano contare sulle dita di una mano ed erano anche molto dispiaciuti di non poter partecipare.

9 - PALLEOVALI E CULINARIA: LA SALAMELLA

 

Di mete perse e panini con la salamella

Non. Ci. Posso. Credere.
Il nano ha fatto la sua prima meta. Intendo una vera, in una vera partita. E io me la sono persa.
Era da 4 anni che aspettavo questo momento e quando succede io che sto facendo??? La manicure. Si, avete capito bene, la m.a.n.i.c.u.r.e.
Succede che io me ne stavo in tribuna con le altre mamme a tifare i nostri giovani rugbisti. Le partite vanno un po' per le lunghe, ma la giornata è straordinariamente calda per essere marzo e quindi ci rilassiamo sugli spalti. Io gioco un po' con le sorelline dei nostri eRhoi.

8 - PALLEOVALI E CULINARIA: PRIMA LE COTICHE, POI LA PARTITA

 

PRIMA LE COTICHE, POI LA PARTITA
O meglio, come fu che un Terzo Tempo venne celebrato prima della Partita.

Successe nella Club House del Rugby Rho, una sera di marzo credo, ma la memoria potrebbe ingannarmi. Era stata organizzata una cena speciale. Chef e sous chef, padri di giovanissimi rugbisti, prepararono una CASOELA epica, di quelle perfette, in cui non manca niente: verzini, costine, cotiche, verza e tutto quanto quel che ci deve essere.

7 - PALLEOVALI E CULINARIA: FRIKADELLEN

 

Nederlandse keuken: frikadellen
Amsterdam Sevens. Uno dei primi tornei a sette internazionali. Nel 2016 compirà 43 anni. Per noi ragazzotti di provincia, negli anni ottanta, era un sogno da inseguire, una foto in bianco e nero, un viaggio, un pellegrinaggio, forse un cammino. Rugby a sette, poco conosciuto, poco praticato. Amsterdam Sevens era l'occasione per giocare ad un livello inconsueto, incontrando magari gli Edinburgh Wanderers corredati da nazionali scozzesi

6 - PALLEOVALI E CULINARIA: LA TORTA DELLA NONNA

 

LA TORTA DELLA NONNA A FONTANA DI TREVI

Caldo. Incredibilmente caldo. Il 17 agosto 1994 dovevo presentarmi a Roma presso la Caserma di Castro Pretorio per cominciare l'avventura ovale con le Fiamme Oro. Caldo era a Moena, nel Trentino, dove frequentavo la scuola di polizia e caldo faceva in treno. Caldo dappertutto, insomma, quel dannato mercoledì. Ed io, che odio il ritardo, avevo anche pensato bene di partire presto: pullman per Predazzo, al caldo, treno per Verona con cambio, al caldo, e arrivo a Stazione Termini in mezzo al caldo del piazzale che nulla ha a che fare con ciò che oggi si può vedere nel piazzale dei Cinquecento. Ora è tutto in ordine, i taxi paiono quasi regolari e regolamentati, i pullman arrivano sostano e ripartono con un ordine che pare nemmeno appartenere alla Città Eterna.

5 - PALLEOVALI E CULINARIA: SHABBAT E HUMUS

 

Lo Shabbat e l'humus
Jerusalem Lions Rugby Club è l'unica squadra femminile di rugby di Gerusalemme. Una delle tre squadre femminili di Israele, con Haifa e Tel Aviv. Un tempo ricevevano un contributo dal Comitato Olimpico di Gerusalemme ma ora, che si è scoperto che giocano di sabato (Shabbat) le tre partite di campionato in tutto l'anno, il contributo è stato tagliato. Ma anche senza contributo il terzo tempo alla fine delle partite non può mancare.

4 - PALLEOVALI E CULINARIA: PATATE ALLA CREMA

 

Giunto al termine della mia vita di peccatore, mentre declino canuto insieme al mondo, mi accingo a lasciare su questo sito web testimonianza degli eventi mirabili e tremendi, a cui mi accadde di assistere in gioventù (si fa per dire) sul finire dell'anno del Signore 2003. E Dio mi conceda la grazia di essere testimone trasparente e cronista fedele di quanto allora avvenne in un luogo remoto a nord della penisola italiana in una club-house di cui è pietoso e saggio tacere anche il nome...

3 - PALLEOVALI E CULINARIA: Manchurian big balls

 

Manchurian big balls
L'anno è il 2004 e io ho cinquant'anni. Sono a Dubai. E' una mattina afosa, ma forse qui è sempre una mattina ed è sempre afosa. Sono ancora un po' stordito dalla serata passata a Città del Lussemburgo mangiando stinco di maiale con fave e bevendo birra bianca. Cosa sia successo nella notte non è chiaro, ma sicuramente un aereo ci ha portati qui. " Ci" ha portati, perché da oggi faccio parte dei Luxerbourg Old Lions squadra che...

1 - PALLEOVALI E CULINARIA: PASTA AL RAGU'

 

PASTA AL RAGU' DI LUCIAN@

In quanto mamma di un rugbista, ho avuto modo di partecipare a terzi tempi che 'voi umani non potete neanche immaginare'.

5 anni, 150 concentramenti, 750 chili di pasta, 1200 litri di sugo di pomodoro, 3500 litri d'acqua di cui almeno 1000 rovesciati, 7000 piatti compresi i bis, 6200 forchette di plastica, 5000 tovaglioli di carta che tanto la manica della felpa torna più comoda per pulirsi la bocca, 400 Decibel di urla e cori disumani, che in confronto il concerto degli AC/DC si può definire silenzioso.

2 - PALLEOVALI E CULINARIA: IL CONDOR PASA

 

Una trasferta di quelle che non si dimenticano, Francia, 1981 o giù di lì.

Dopo una serata da terzo tempo interminabile, ore ed ore a trangugiare vari tipi di vini francesi, il letto di Davide Pozzi fatto uscire dalla finestra e, alla domanda di Umberto, il Presidente giunto nelle camere a seguito di rumori sospetti, la risposta giunta istantaneamente nonostante la poca lucidità: "stiamo ritirando il letto di Davide".

Insomma una trasferta in Francia, con tutto quello che succede nelle trasferte in Francia.

0 - PALLEOVALI E CULinARIA

PALLE OVALI E CULinARIA

L'idea
Come un libro? Un libro di cucina? Si ma, cucina di frontiera, ruvida, abrasiva, sperimentale,eccessiva . La cucina del fine partita, del dopo doccia, del mondo del rugby, del rugby nel mondo. Che non si ferma nella nostra Club House RR47, ma che spazia tra la via Emilia e il west. La cucina del Terzo Tempo che avete assaggiato a Treviso o in Francia, nelle Langhe o a Dubai, a Calvisano o in Scozia.

La ricetta
Scrivere proprio qui. Tutti insieme. Postare, rispondere o commentare. Come fosse la posta del cuore. Di carciofo o di panna. Gli ingredienti e le quantità, ma anche le storie e le persone, le esperienze dirette con le gustose ricette. Perché si possa raccogliere tutto in un rutilante menù, variegato per sapori e provenienze, per farne un piccolo libro. Di tutti.

La condizione
Che sia possibile realizzare tutto, davvero, con le nostre forze. Quindi che tutto sia descritto e dettagliato. Chi, dove, quando. Cosa, come, quanto. Insomma non tiriamoci indietro e offriamo rapporti completi. Perché una vera cucina del Terzo Tempo, si suppone realizzabile, rapidamente. Che appartenga alla realtà quindi, non solo alla supposizione. Ma che, se proprio deve essere supposta, ... che supposta sia.

Cosa fare?
Inviaci il tuo racconto e la tua ricetta alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Aspettiamo i vostri contributi e pubblicheremo sul sito tuttte le vostre esperienze.
Le migliori saranno poi pubblicate nel libro "PalleOvali & CULinARIA"

chicco

Sito web realizzato da Roberto Codognesi - CRC group