U8: PARABIAGO 21 MAGGIO 2017

Le mani del compagno

Ed ecco la U8 al Torneo del Galletto di Parabiago, appuntamento fisso di fine stagione. Che giornata! I genitori a bordo campo li guardavano increduli esclamando tra loro "Guardate cos'hanno fatto!" "Sarà un caso!" "Ma no, guardate, l'hanno rifatto!"... I nostri giocatori oggi si passavano sistematicamente la palla! Mani di pastafrolla e azioni individuali hanno lasciato il posto ad un gioco per la prima volta davvero di squadra, sei partite giocate sempre come una squadra. Parliamo degli stessi giocatori che qualche mese fa in alcuni casi avevano perfino un po' di timore di afferrare la palla o che litigavano per chi partiva per primo per avere la possibilità di correre in meta in solitaria. In questi mesi o anni li abbiamo visti superare la diffidenza per la terra, la paura del contatto con gli altri giocatori, le difficoltà a tenersi stretti la palla, ma questo dei passaggi è forse il passo avanti più emozionante perché significa che in loro è cambiato qualcosa, hanno imparato che per vincere non serve solo correre più veloci o saper occupare lo spazio, ma è fondamentale avanzare uniti, che poi è lo spirito del gioco. Allora alla fine della partita i commenti non sono più solamente "Hai visto che ho fatto due mete?", ma anche "Mamma mia, ma hai visto che passaggio ho fatto a Gabri, che poi l'ha passata a Vanni e metaaaa?". Io io io comincia a lasciare spazio a noi: grazie Rho! E come ha detto Sabrina Melis "Il rugby è uno sport straordinario, l'unico dove la vittoria passa sempre dalle mani del compagno."

Federica

Questo articolo è stato visto: 205 volte

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sito web realizzato da Roberto Codognesi - CRC group