U8: MONZA E CUSAGO 9 APRILE

Doppia U8!

Ultimo appuntamento prima della straordinaria trasferta oltralpe, la U8 si divide e una squadra partecipa al torneo "Illuminiamo il Futuro" a Cusago, l'altra alla XV edizione del torneo nazionale di minirugby della città di Monza: la distanza viene colmata da un fitto scambio di messaggi tra i genitori "Come va a Cusago?" "E a Monza?" "Forza Rossi! Forza Neri!".

Rho Neri 9:20 già cambiati al campo di Cusago. Pronti, sorridenti e pieni di adrenalina primaverile iniziano l'allenamento con Matteo che (supportato da una Sedra sopravvissuta all'amichevole Mamme vs U10 di ieri) li carica tutti a molla in pochi minuti.
Il sole picchia fin da subito, la Curva si intrattiene con dolcini e spumante (auguri Raffa!) ed è più carica che mai. Ad ogni meta incassata, il tifo rhodense aumenta in modo inversamente proporzionale alle vittorie. Si perde? E allora FORZA RHO RHO RHO!
I ragazzi non mollano e ad ogni sconfitta diventano sempre più grintosi e parte di una Squadra con la S maiuscola. Giocano, rigiocano e STRAgiocano ma le perdono tutte: 9º posto.
Con sguardo sempre alto e il petto fiero di aver giocato al meglio si lanciano saltellanti verso il terzo tempo che finisce con ghiaccioli per tutti a cascata.
E la premiazione? Quando la fanno? Vado a chiedere!
"Ehm.. la premiazione era qualche minuto fa, là in fondo, distribuivano vasetti di piantine.. ops ve la siete persa!"
Ma noi abbiamo giocato per giocare, perché eravamo lì per quello.. e poi il pollice verde a noi non serve, noi di verde abbiamo le ginocchia!

A Monza nella categoria U8 partecipano 12 squadre: i nostri incontrano nel loro girone il Delebio e l'Amatori & Union e escono vincitori da entrambe le partite. Nella semifinale incontrano la squadra più forte della categoria, il Belluno, e perdono 4 a 3. Verso le 12.30, sotto un sole cocente, finalmente la finale terzo e quarto posto con i Lyons di Settimo, una specie di derby per i nostri piccolini, che, ricaricati anche da un generoso giro di gelatine, vincono qualificandosi terzi.
Bravi ragazzi! Una nota di merito a chi, oggi, soprattutto nella partita con A&U, ha placcato senza tregua, instancabile, dando un contributo fondamentale alla squadra. Come sempre la prova più bella è stata quella con la squadra più forte e rispetto a Noceto abbiamo notato una crescita emotiva più che tecnica: dopo aver subito immediatamente due mete, anziché mollare demoralizzati come era accaduto a Noceto, hanno reagito, recuperato lucidità e capito che era necessario cambiare gioco per essere in partita. È in questi momenti che ci sentiamo orgogliosi di loro e che si capisce come lo sport sia importante per formare delle persone forti non nel fisico, ma nel cuore.

LINK ALLE FOTO

Laura e Federica

Questo articolo è stato visto: 188 volte

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sito web realizzato da Roberto Codognesi - CRC group