U18: RHO VS AMATORI-UNION 20 -15

Mi trovo nell'imbarazzante situazione di non saper cosa scrivere perchè questa domenica , al Molinello, non si è visto Rugby e io, di solito, con i miei limiti , di questo sport parlo.  E' vero c'era un campo con le porte a forma di H, una palla ovale contesa da 30 energumeni in calzoncini corti che sguazzavano nel fango ma null'altro!
A parte la mera sequenza delle realizzazioni non mi sovviene una sola azione degna di nota, per commentare la partita di oggi basterebbe il "tabellino del Taglia".
La prima meta è degli ospiti e viene realizzata dopo 17 minuti di nulla per una palla persa banalmente. Episodio che riesce a svegliare il placido gigante rhodense a cui i Milanesi ricambiano il precedente regalo con un errore permettendo al pack biancorosso di arrivare con la giusta pressione nei 22 gialloneri dove a forza di mischie e carretti concentriamo la loro difesa fino a quando finalmente si apre la palla all'ala rimasta senza presidio : meta di Asperti al 20. Lo score rhodense si rimpingua con una meta di Riva al 25' che viene pareggiata da analoga realizzazione dell'Union al 34.
La prima frazione si chiude in pareggio ma la desolante galleria degli errori prosegue anche per i 35 minuti successivi con i Milanesi che passano in vantaggio al 10' con la pressione della loro mischia mantenuta per tutto il tempo nei nostri 22 per ripetuti errori di disimpegno (10-15).
Dopo la meta il gioco si mantiene per lungo tempo intorno alla linea di metà campo e i biancorossi portano a casa la vittoria finale grazie al ritrovato "golden foot" Thomas che realizza una punizione e una meta di Carucci al 30' m trasformata dalla nostra apertura.
Finisce 20 a 15 per la l'U 18 rhodense, qualche secondo prima del 35' probabilmente perchè anche l'arbitro ne aveva piene le scatole ma che regressione rispetto alla sfolgorante prestazione di Lecco 2 settimane fà. la striscia positiva prosegue solo perchè dall'altra parte del campo gli amici milanesi hanno fatto un errore in più dei nostri.
Sono sicuro che i nostri ragazzi sanno perfettamente di non aver dato il massimo oggi ma se gli attributi si hanno .. beh, bisogna metterli in campo sempre!
non posso chiudere questo commento senza rivolgere un pensiero al nostro numero 7: ancora una volta la sua spalla di cristallo ha tradito il grande Marco "Spanish" Spagnolo uccellatore di mediani , il grande flanker il cui lavoro sporco e oscuro tanto fieno ha portato nella cascina rhodense; da oggi sosterrà i compagni da bordo campo per ciò che rimane del campionato ma sono sicuro che come orgogliosamente ha lasciato il campo soffrendo ma in piedi , cosi orgogliosamente affronterà la marcia che lo riportarà fra i suoi compagni in campo-
un abbraccio Marco, torna presto.
Buon rugby a tutti

the Doc

1T: 17' m AU, 20' m Asperti, 25' m Riva, 34' m AU

2T: 10' m AU, 18' cp Dudley, 30' m Carucci +t Dudley

Questo articolo è stato visto: 212 volte

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sito web realizzato da Roberto Codognesi - CRC group