U18: RHO VS CUS BRESCIA 29 - 7

Questa settimana puntualissimo ecco l'articolo del Doc ad accompagnare foto di Mic e tabellino del Taglia

In una Domenica meteorologicamente triste, 5 gradi a mezzogiorno con contorno di foschia, si torna al Molinello per la rivincita con il Cus Brescia. Come sempre i ragazzi si dimenticano che quando l'uomo vestito di giallo fischia vuol dire che la partita inizia e si può anche giocare.
I Bresciani invece non si fanno pregare e ci schiacciano nei nostri 22 non tanto per la loro veemenza quanto per il fatto che i nostri non ci sono: non placcano, non corrono , non aggrediscono , non riescono a passarsi una palla.
Anche gli avversari sbagliano e come per magia l'ovale compare nelle mani di Fabio, il figlio del vento si invola sulla fascia e,irraggiungibile, si fa un coast to coast che porta i primi 7 punti in cascina
Al di là dell'impresa di Fabio questo è un regalo dei Bresciani che ritornano a invadere la nostra metà campo aiutati come prima dall'assenza di ogni iniziativa Rhodense.
Al settimo ,anche se a bordo campo non si è sentita , deve essere suonata la sveglia, in quanto i biancorossi cominciano una azione a più fasi, velocissima da lasciare senza fiato il pubblico e gli avversari, conquistando terreno fino a che Claudio non si impossessa dell'ovale e con uno slalom degno del miglior Tomba schiva 3/4 avversari come paletti e deposita la palla in meta (14-0)
È il punto di svolta della partita, da questo momento il Brescia viene annichilito, sparisce dalla scena, in campo una sola squadra.
Tutto bene: schemi, famiglie,pressione, velocità e idee ; il Brescia stordito alza le barricate ma la tenacia degli bianco azzurri non basterebbe a tenere fisso il punteggio se non fosse per la mancanza di cinismo dei nostri che non chiudono la partita un po' per eccesso di leziosità (inutili calcetti a scavalcare) un po' per egoismo (troppi pick and go senza aprire il pallone); insomma 25 minuti di pressione per ottenere solo una meta (Kevin 19- 0) all'ultimo minuto del primo tempo: la montagna che partorisce il topolino.
Nel primo terzo del secondo tempo gli Gnari producono il massimo sforzo ma Rho dimostra ancora di avere una grande difesa ; da portare agli onori della cronaca 2 carretti bresciani schiantati e trasformati in due touche a nostro favore.
Finalmente spietati i nostri U18 spengono ogni velleità bresciana con 2 mete una di Thomas al 12 è una di Samuele al 26 (29-0).
Orgogliosissimi i Bresciani non mollano, fino alla fine cercano i punti della bandiera che ottengono proprio all'ultimo minuto con una meta di prepotenza fissando il punteggio finale a 29-7.
A coronamento di una grande prestazione dietro le spalle dei ragazzi che cantano l'inno della vittoria compare anche il sole ma in tutto questo splendore bisogno tenere conto anche di ciò che non brilla : dopo il Parabiago questi ragazzi hanno tirato fuori carattere e gioco addrizzando un campionato che aveva preso una brutta piega : ora per continuare a volare alto ci vuole un pochino di più , per esempio meno individualismo e più squadra, più cinismo e meno svolazzi e soprattutto placcare placcare placcare
Non posso chiudere senza menzionare l'ennesima superlativa prova del nostro guardalinee , il confermato Luca Caffù la cui asta ancora una volta svetta alla bisogna verso il cielo del Molinello a suggellare una grande domenica di sport
Buon rugby a tutti

The Doc

1T: 3' m Tagliabue F +t, 8' m Felline +t, 34' m Asperti

2T: 12' m Dudley, 26' m Garrone, 35' m Brescia +t

Trasformazione: Dudley (2)

Questo articolo è stato visto: 179 volte

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sito web realizzato da Roberto Codognesi - CRC group